VIOLENZA: di Beatrice Monceri

….e sono le tue grida mute a donare immunità….

 

 

Ti arriva addosso in un giorno qualunque, improvvisa come la grandine. E’ solo l’inizio, il primo gelo di un lungo inverno.
Perdoni perché credi di amare e vuoi essere amata, perché pensi di essere tu sbagliata. E resti. Non parli. E la vita mescola i suoi colori, intinge il pennello nel buio di una notte senza stelle, nel grigio plumbeo e compatto di un cielo denso di neve, cancella tutti gli arcobaleni e disegna i margini scuri della tristezza, della malinconia, dell’impotenza. E intanto dentro diventi di pietra, quasi un sangue di gesso scorresse nelle tue vene. Entrano lame, ma non esce sangue dalle ferite. Cicatrici invisibili di una furia immotivata. E nel silenzio di un cuore che grida vivono i peggiori carnefici. Vestono abiti lindi e sorrisi rassicuranti, dittatori con licenza di opprimere. Non c’è più sorriso ad una stella cadente, non più sogni da realizzare e i desideri pesano, imbevuti di disincanto.In prigione la tua anima, perdute le chiavi. Soffochi rantoli di voce e ti raggomitoli a cercare conforto in te, incapace di reagire all’arroganza di chi sa solo aggredire per affermarsi più forte, di chi sa circondarsi solo di persone più fragili per colpire e restare impunito. E sono le tue grida mute a donare immunità.
Beatrice Monceri

Trasparenza, 100×70, particolare
tecnica mista
Nicoletta Vitali

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *