UN NUOVO MONDO: Andrea Garbini

“……..basta spegnere il rumore di fondo che affolla di pensieri la nostra mente per abbracciare il presente liberi dall’ingombro del nostro ego. E’ proprio il modello egocentrico di pensiero, l’eccessiva importanza data al nostro io, uno dei maggiori nemici. Da lì deriva quel senso costante di insufficienza, di mancanza che deve essere in qualche modo colmata. Se invece si vive nel momento, ci si accorge che le cose positive iniziano ad accadere da sole, e se tutti lasciano da parte il loro ego e si risvegliano verso una nuova consapevolezza, ecco che un nuovo mondo, davvero migliore e pieno d’amore, diventa magicamente possibile.”

Un nuovo mondo, Eckhart Tolle.

Ero andato a trovarlo in sede per parlagli di un’idea che avevo in testa. Sarebbe stata la seconda volta che c’incontravamo. La prima era accaduta qualche mese prima; un amico comune ci aveva presentati. M’aveva accolto con un sorriso luminoso e un’energica stretta di mano, come se ci conoscessimo da sempre.: “Ciao Massimo!” “Ciao Andrea!”
Fu quella prima impressione che mi riportò da lui.

La segretaria mi fece accomodare nel suo ufficio pregandomi di avere qualche attimo di pazienza, dal momento che stava terminando una breve riunione.
Quando entrò, dopo una decina di minuti, mi si fece incontro con il suo fare leggero nonostante la mole da gigante, e vedendomi con il libro di Tolle in mano, che avevo trovato sulla sua scrivania, mi disse: “Ti piace? Te lo regalo…dammelo qua che ti scrivo una cosa:
Per andare al massimo bisogna conoscere Massimo!! Andrea.”
“Wow! – feci io – ci piace esagerare di primo mattino….ma sììì…! ”

Avevo iniziato così un racconto pubblicato qualche tempo fa. La mia intenzione era quella di continuare a parlare di Andrea, di quello che fa, dei suoi sogni, delle sue riflessioni e di quello che ci unisce. Sì, perché per strade diverse ci siamo accorti di essere in cammino verso la stessa meta: un mondo migliore ci piace.

Dopo i primi incontri m’ero riproposto di trovare del tempo per metterci seduti in un angolo tranquillo e scambiare quattro chiacchiere, come faccio spesso con i personaggi che per qualche ragione stimo.
Il fatto è che quando con qualcuno si diventa amici, il tempo si dilata: “Ma sìì..prima o poi lo faccio, tant lo vedo sempre!”
E così passano i giorni, le settimane, i mesi…Ti vedi e ti senti al telefono regolarmente, parli di tutto ciò che ti unisce a quella persona, discuti di questo, quello e quell’altro….e l’intervista!?

Stavolta non la potevo procrastinare!
Venerdì prossimo, il 5 Maggio, ci sarà un bellissimo convegno da lui organizzato che si terrà in un salone dell’Università di Camerino, complice Claudio Pettinari, amico comune e Prorettore Vicario di quell’Ateneo.

“Risparmiare risorse. Il pane nascerà da questo solco” è il titolo dell’evento.
Ci saranno studiosi e scienziati che parleranno delle possibili soluzioni ecosostenibili ed ecocompatibili da adottare prima che il degrado di questo nostro pianeta sia irreversibile, e noi con lui.
Ciliegia sulla torta sarà l’intervento di Luca Mercalli sul tema: “Crisi climatica e ambientale: Perché la sottovalutiamo? Come uscirne?”

“Allora ‘Ndrendrè!…Parliamo di noi, anzi, di te. Facciamo finta che non ci conosciamo. Faccio 5 domandine secche secche, a bruciapelo..se po’ fa’?”

“Vai!”

“Perché Andrea Garbini, che proveniva da esperienze imprenditoriali completamente diverse dalle attuali, più d’una dozzina d’anni fa decise di affrontare il tema dell’Ecosostenibilità e dell’Ecocompatibilità?”

“Ho avuto la fortuna di vivere un’esperienza imprenditoriale di grande successo, grazie alla mia famiglia.
Infatti i miei genitori hanno sviluppato, direi con grande sacrificio e tantissima dedizione, l’azienda Garbini, specializzata nella produzione di prodotti agroalimentari a base di carni avicole. Un’azienda fondata da mio nonno Savino Garbini che ha avuto l’intuizione di iniziare ad allevare i primi polli nei lontani anni 60.
Dopo la sua prematura scomparsa all’età di 50 anni, mio padre Bruno Garbini e suo fratello Claudio ereditarono questa attività. (all’epoca si mostrò infruttuosa).

Fu mio padre che la rese incredibilmente interessante, sia per lo sviluppo economico territoriale, sia per lo sviluppo gastronomico, nel rispetto delle tradizioni culinarie marchigiane ed italiane . Ha trainato per 35 anni l’impresa con grande intuizione e capacità imprenditoriali e rese la Garbini una delle più importanti aziende nazionali nel settore agroalimentare.

Nel 2001 l’azienda fu venduta per decisione dei miei genitori ad un Gruppo molto più grande per garantirne ulteriore sviluppo economico e occupazionale.
Il mio ruolo professionale fu quello di occuparmi degli acquisti di beni e servizi per l’azienda di famiglia e poi per l’azienda che subentrò. Dopo 3 anni, e precisamente nel 2004, ho lasciato il mio contratto da lavoratore dipendente e ho dato vita alla Garbini Consulting, diventando “inconsapevolmente”, imprenditore. Avevo 31 anni.

La Garbini Consulting è specializzata negli acquisti di imballaggi, energia e gas, noleggio autovetture, telefonia fissa mobile connettività, ingredienti e trasporti con un nostro partner.

La nostra missione è garantire una corretta gestione acquisti con conseguente riduzione dei costi di beni e servizi. I nostri punti di forza: fare acquisti in aggregazione. Compriamo per più aziende contemporaneamente e con personale professionale. Con queste caratteristiche, si garantisce ai nostri clienti un risultato certo nell’immediato e un continuo miglioramento del costo e qualità aziendale nel tempo.

La nostra unica remunerazione è la condivisione del risparmio con il cliente.

Ho inseguito per 6 anni quello che abitualmente un imprenditore cerca di fare, cioè fare soldi. Poi però nel 2010, grazie alle numerose letture ed esperienze personali, tipo diventare consapevolmente genitore, mi sono reso conto di quanto l’uomo, per il proprio egoismo, possa far del male al prossimo e al pianeta, solo ed esclusivamente per soldi.

Nasce nel 2010 il progetto Risparmio Virtuoso, il vero progetto di vita.
Risparmio Virtuoso si chiama così, perché è Risparmio economico, Risparmio del Pianeta e Solidarietà.

“Quali sono state le difficoltà iniziali?….(ce ne sono sempre…guarda me!….ahahah…..). “

“Inizialmente tanta diffidenza da parte delle aziende.
Il nostro rapporto di collaborazione implica trasparenza e comportamenti etici. Devo dire che non sempre è stato così semplice trovare aziende con cui condividere questi valori.
Oggi, rispetto a 13 anni fa, fortunatamente le aziende e le persone con cui lavoro sono sempre più virtuosi.”

“Le aziende che si sono affidate alle tue cure, quali benefici hanno ottenuto nel tempo?”

“Intanto risparmi economici costanti nel tempo senza costi aggiuntivi dopo i contratti iniziali. Inoltre i nostri clienti sono costantemente aggiornati sugli andamenti e le novità dei prodotti e servizi per i quali siamo delegati, dunque hanno facoltà di ottimizzare le forniture volta per volta scegliendo le soluzioni più vantaggiose.

Un esempio particolarmente interessante di vero risparmio virtuoso lo abbiamo raggiunto con il cliente Bottoli di Mantova, leader in Italia nella produzione di schiacciatine di altissima qualità.

Hanno a cuore l’ambiente come noi. Sincronicamente abbiamo lavorato per ottenere dai nostri fornitori risparmio economico e risparmio del pianeta.
Grazie all’aggregazione e professionalità siamo riusciti ad ottenere energia verde certificata da fonti rinnovabili allo stesso prezzo di quella che abitualmente viene fornita dalla rete.
Un ottimo risultato se consideriamo che generalmente costa da 1 a 3 euro a mega watt in più.
Questa scelta ha fatto risparmiare l’ambiente e l’azienda. Puro risparmio virtuoso. “

“Quanto l’esperienza maturata dai tuoi inizi ha modificato il tuo approccio al problema. Quanta consapevolezza hai acquisito?”

“Le esperienze sono state tantissime. Spesso nella sofferenza e nei momenti più bui, sono arrivate le migliori soluzioni.
L’approccio al problema è totalmente cambiato, la soluzione arriva molto prima se metti al centro il bene delle persone e dell’ambiente.
Questo è Risparmio Virtuoso.”

“Perché questo evento con UNICAM e cosa t’aspetti che accada dopo il Congresso?”

“Semplicemente un rafforzamento e la condivisione del progetto Risparmio Virtuoso.
Attraverso la ricerca e la collaborazione dell’Università potremo trovare soluzioni di prodotti e servizi a minor costo economico e a salvaguardia del pianeta.

Purtroppo oggi il mondo è alla rovescia,tutto quello che inquina di meno costa di più.
Incredibile ma vero. Sicuramente questa collaborazione con UNICAM ci aiuterà a dare una sterzata virtuosa all’economia.
UNITI RENDE PIÙ FORTI. UNITI PER IL PIANETA.”

Quando si diventa “adulti” (dire che mi sto approssimando alla vecchiaia me pare brutto), tra le altre cose si impara anche a fare una cernita, una selezione, un taglio netto tra le persone da frequentare e quelle da evitare.
Non riesco più a sopportare neanche per un istante individui negativi, quelli che si lamentano in continuazione di tutto e di tutti, ma non muovono un dito per cambiare quello che non va…e prima di tutto se stessi.

La vita è innanzitutto un atto di coscienza, e chi non ce l’ha che vada ramingo.

Poi una dimostrazione di coraggio. Ci vogliono le palle, ci vuole un sacco di coraggio per mostrare i tuoi sogni a qualcun altro, come diceva la scrittrice statunitense Erma Bombeck.

Abbandonare un posto “sicuro” in un’azienda florida per inseguire i propri sogni non è da tutti. E’ solo per chi ha il coraggio di ascoltare la propria coscienza e agire di conseguenza.

Tu l’hai fatto Andrea, e in altri ambiti l’ho fatto anch’io.
Hai capito perché siamo amici…’Ndrendrè?…ahahah….

Vi aspettiamo tutti all’Università di Camerino il giorno 5 Maggio. Sarà una bellissima giornata, una di quelle che ci avvicineranno ad un Nuovo Mondo.

Mamo

il Blog del Risparmio Virtuoso di Garbini Consulting -

Garbini Consulting – Il Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *